Un mese di riposo, il classico mese delle vacanze. Ecco cos’è per tutti il mese di agosto.
Io ho quasi sempre lavorato( guadagnando il minimo, stancandomi il massimo), sono riuscita a fare 5 giorni 5 al mare( perché mi ha portato Riccardino Fuffolo, per la mia povertà sarei rimasta a casa come sempre), ho nuotato in piscina ( nonostante il brutto tempo, il freddo e i dolori onnipresenti e grazie all’abbonamento regalato, indovinate da chi? 😀 ), ho imparato a fare i selfie( mai da sola, che mi sento una cretina, ma sempre con Riccardino sopracitato), ho cucinato il sushi e il pesto con il mio basilico, ho fatto cornici porta collane, ho ordinato cassetti, ho letto libri e scritto niente, mi sono documentata su un sacco di cose inutili e noiose, ho preparato tanto pesce per cena, fatto aperitivi casalinghi, trapiantato piante, non ho stirato un accidenti (e adesso i panni meditano una sommossa), ho provato una seduta dall’osteopata(regalata dalla mia zietta), sono andata a due funerali, ho meditato, ho cercato cure alternative, ho iniziato a cucinare quinoa, riso selvaggio, farro, orzo e miglio per la mia salute ( domandandomi perché tutte le sante mattine e sacramentando per l’aureo prezzo dei preziosi cereali), ho fatto la cavia per un massaggio ai piedi, mi son stancata troppo e mi sono riempita la bocca di afte per 10 giorni, ho fatto l’hennè, ho ordinato il balcone( che è di nuovo disordinato), ho parlato tanto con le mie amiche, ho fatto qualche gita, qualche cena in compagnia, ho trovato cose in vecchi cassetti che mi han fatto fare un balzo nel passato, ho dormito tanto senza riposarmi, non ho fatto programmi, né progetti, non ho avuto idee geniali, solo pensieri per le prossime avventure scrittorie.
E agosto è passato. Così, in un soffio.
Io sono sempre più stanca e medito di fughe immaginarie, per combattere il brutto tempo che, in questo 2014, mi perseguita e mi rende la vita difficile.
Una pazza estate che sarà preludio di un ancora più folle autunno. Sopravviverò?061

Annunci