Ho scoperto con piacere che con un settimanale vengono venduti tutti i libri di Isabel Allende, editi da Feltrinelli. Ne ho approfittato e, con Oggi, mi sono comprata tutti quelli che desideravo leggere, a solo 5,70 euro a romanzo. Cosa non si deve fare in periodo di crisi. Grazie a tutti, così riesco ancora a comprare qualche libro!!!

Mi piace leggere gli scrittori sudamericani, perché mi insegnano qualcosa di un mondo sconosciuto che mi piacerebbe visitare. Le atmosfere e i colori di quei paesi lontani mi incuriosiscono da sempre.

Ho iniziato col leggere “La figlia della fortuna”. Mi ha fatto compagnia nei pochi pomeriggi di sole che giugno mi ha regalato e l’ho trovato un romanzo divertente, godibile.001

La storia parla di Eliza, orfana cresciuta in Cile  a Valparaíso da una facoltosa famiglia inglese nel lontano 1832. La sua vita si divide tra la zia Rose Sommers  e la cuoca cilena Fresia. Queste due donne insegnano alla giovane Eliza( e al lettore) i misteri di due mondi tanto diversi. Quando la ragazza di innamora di Joaquin Andieta, comincia la sua avventura. Il disgraziato per cui ha perso la testa parte alla volta della California, vittima della febbre dell’oro.

Qui il destino della protagonista si incrocia con quello del medico cinese Tao Chi’en, sbarcato a Valparaiso con il veliero dello zio di Eliza. I due partono alla volta della California e per Eliza inizierà la scoperta di un mondo completamente diverso dal suo. La ricerca dell’innamorato la farà vivere tra banditi, faccendieri, prostitute  e cercatori d’oro in una società nascente, quella americana della costa californiana.

Le sorprese con la Allende non mancano mai, tantomeno le curiosità e le divagazioni storiche che insegnano sempre qualcosa al lettore. Cina e Cile si svelano a poco a poco e la Allende ci fa capire che realtà tanto lontane, in realtà, non lo sono poi così tanto.

Non vedo l’ora di leggere gli altri, per vedere se l’autrice è riuscita a superare il capolavoro che sono La casa degli spiriti e Paula. 🙂

 

” Dove sei stato figliolo?” gli chiese con tanta tristezza che lui non ebbe cuore di ingannarla.

” A scoprire l’amore, mamma.” confessò abbracciandola raggiante.

pag. 99

 

Annunci