Mia zia mi ha prestato L’uragano di un batter d’ali, di Sara Tessa, edito da Newton Compton.006

Amando la letteratura erotica, non mi sono tirata indietro. Certo il titolo non aiuta. Che cacchio vuol dire? Poi leggi in copertina: ” Un best seller venuto dal passaparola, coinvolgente, emozionante, unico.” Poi inizi il testo e scopri il significato del titolo, o per lo meno, te lo immagini, vagheggi qualcosa, perché nemmeno la spiegazione data aiuta, ma andiamo avanti.

Sono ricaduta nel tunnel delle sfumature, non ci posso credere, mi han fregato un’altra volta!!! Qua siamo di nuovo in alto mare. Son contenta per Sara Tessa che, dopo l’auto pubblicazione, è stata pure presa in considerazione da Newton Compton, son soddisfazioni. A me però non è piaciuto.

L’ho letto in velocità, stile le sfumature, perché non mi piace non finire un libro, ma che delusione. Qui si parla del sadomaso. Un sadomasochista protagonista, ovviamente ricco, bello, palestrato, di successo, silenzioso, con turbe psichiche,un passato doloroso alle spalle, con appartamento design a NY, intenditore di vini e cibi, ben vestito, si invaghisce della protagonista psicolabile, depressa, abusata, mal vestita, in cura da uno psichiatra, con vita fallimentare, povera, attiva sessualmente e curiosa, con tendenze alla sottomissione.

E il libro si scrive da sé, tra i tormenti di lei e gli abissi di lui.

Ovviamente c’è il lieto fine, che ti fa pensare che lei sia veramente una perfetta imbecille e che se le donne vogliono quel che vuole lei, è meglio farsi suore o scappare in Nepal a fare volontariato.

Ora, quel che più mi ha colpito è che sia qui, sia nelle sfumature, si ripete un cliché. Il protagonista maschile, voglioso e mai sazio, detesta usare il preservativo e  quindi manda a proprie spese la malcapitata dal proprio medico di fiducia. Perché? Perché, con fare autoritario e perentorio, si alzano tutti dal letto dopo un orgasmo e sentenziano: “dopo ti fisso una visita dal mio dottore di fiducia, così prenderai la pillola.” Ma dove vivete autrici? Che esperienze avete avuto nella vostra vita? Scriveteci un libro e fatemi capire. Vi prego.

Annunci