Mi prestano sempre un sacco di libri da leggere. Ecco il mio bottino raccolto tra dicembre e gennaio.

Partiamo con “Il quaderno azzurro” di James A. Levine, edito da Piemme.2

E’ una storia scritta con semplicità che ci porta in India e ci parla della condizione dei bambini, dei figli degli ultimi, che vengono venduti e schiavizzati, per prostituirsi. La protagonista, Batuk, ci narra con parole di bambina il suo mondo e ci porta dove non vorremmo entrare. Ci si vergogna pure, leggendo le sue parole, perché i privilegi a cui siamo abituati, per qualcuno non esistono.  L’autore pare sia stato ispirato dall’incontro con una bambina nel quartiere a luci rosse di Mumbay, essendo egli impegnato in progetti di solidarietà internazionali che riguardano il Terzo Mondo.

“Una goccia d’amore è un dono di maggior valore di tutti i gioielli della terra.” La semplicità del pensiero di Batuk non riesce a alleggerire il suo terribile destino, crudele e destinato a una tragica fine.

Leggetelo, aprirete gli occhi su una realtà nascosta, ma sotto agli occhi di tutti.

Annunci