E’ passato un po’ di tempo dall’ultimo post. Sono stati giorni pesanti, che mi han tolto la voglia di scrivere e quindi mi sono dedicata alla lettura. Questa stanchezza mi sfianca, non voglio dare tutta la colpa all’endometriosi, ma una buona parte è sua. Dovrei andare a vivere in un posto caldo, un po’ di problemi si risolverebbero da soli. Quanta pazienza bisogna avere, non lo so. Devo averne tanta e non ho voglia.

Tra sabato e oggi ho letto due notizie che mi han colpito. Ieri è morto Philip Seymour Hoffman. Era un attore che seguivo da qualche imagesanno, con grande soddisfazione. Proprio sabato pomeriggio ho visto un film con lui e Brad Pitt, Moneyball. Mi è piaciuto, nonostante parlasse di baseball e io non ne capisca nulla. Per me l’apice suo è stato raggiunto in Truman Capote-A sangue freddo. Mi aveva letteralmente affascinata, tanto era stato bravo. Pensavo di vedere tutti i suoi film piano piano, in attesa di quelli nuovi, perché il suo curriculum era farcito di ottimi film. E lui che fa? Muore. Muore e lo fa per overdose. Leggo dai giornali che soffriva di dipendenze e cercava di curarsi, fin dalla giovinezza. Una ricaduta lo ha fregato. Che sconfitta, quando un artista cade. Nonostante( penso) avesse tutto, pure una famiglia con due figlioli, non ce l’ha fatta. Ci sono rimasta male. Un talento che aveva ancora tanto da dare a 46 anni ci lascia, morendo di overdose nel bagno. Che crudeltà. Chissà quali dolori e quali fantasmi lo sconvolgevano dentro. Forse proprio quella sofferenza lo rendeva così perfetto nel suo lavoro, forse quel dolore lo portava più lontano di altri, sempre un passo più avanti. Mi è spiaciuto tanto, perché le dipendenze non fanno differenza, non guardano se sei ricco o povero, buono o cattivo, ti prendono l’anima e basta. Chissà il dolore che lascia, chissà la famiglia cosa dovrà sopportare, dopo ciò che avrà  patito sicuramente già prima. Ciao Philip, lasci grandi interpretazioni che parleranno per te.

L’altra notizia riguarda la presunta pedofilia di Woody Allen, che pure mi lascia sconvolta. Tolto che non posso esprimere un giudizio perché di questa faccenda so solo quello che ho letto dai giornali, proprio non mi capacito.  Sarà vero o no? Come può un genio simile essere un tale depravato? Non riesco a giudicarlo e non riesco a capire l’intera faccenda. Se i figli accusano tali molestie, perché la polizia non fa un’indagine? Perché si buttano in prima pagina notizie che posso anche non essere vere, senza aver appurato prima i fatti? Mi auguro ardentemente che sia solo una bufala, perché sarebbe inaccettabile per me sapere che il mio regista preferito commetta tali nefandezze.

Volevo iniziare l’anno con un post più leggero, e invece m’è uscito questo, senza capo né coda, proprio come le giornate che sto vivendo ultimamente. Speriamo migliori….

 

Annunci