Ancora domande, quante domande ho in testa?

Di solito è il povero Riccardino Fuffolo a sorbirsi  i miei:

-perché?

-come funziona?( riferito alla tecnologia: io e i telecomandi abbiamo un tremendo rapporto, perennemente in crisi)

-non ho capito, me lo rispieghi?( riferito di solito a componenti meccaniche, con esito sempre disastroso per me: umiliazioni a manetta)

059

perché fai sempre le facce??? XD

-com’eri da piccolo?

-parliamo di noi?

-perché non parli mai tanto?

-perché ti piace…blablabla?

-sai cos’è il ……blablabla?

-come vivi tu i tuoi rapporti?

-sei felice?

-sei sereno?

-hai fame?

-tu cosa ordineresti? ( pericolosa domanda fatta di solito fuori a cena, rischia di brutto)

-tu cosa faresti al mio posto?

-ma secondo te sto sbagliando?

-ma mi vedi bene? (varianti: sono brutta? come mi trovi? ma sono gonfia? mi sta bene? poveretto, in fase ormonale ogni risposta è rischiosa, perché se uno è sincero, una si incazza; se mente, lei si incazza perché non è sincero. Eterno dilemma)

-mi ripeti quel che ho detto? ( LA PIU’ TEMUTA, pericolosa, infida, spietata, soprattutto dopo le 22 e 30, causa delle uniche mie incazzature)

 

063

perché stai con mamma, non vai fuori in balcone?

Già da piccola sfinivo tutti di domande, non solo me stessa e noto che con gli anni peggioro. Faccio domande pure alla Pi.

N°1 : cosa stai facendo? ( riferito a rumori suoi sospetti, che causano silenzi repentini e fughe per la casa)

N°2: dove sei? ( gridando per casa, perché magari son due ore che scrivo e la poveretta ha pensato di andare a fare il pisolino. Io, puntualmente, la sveglio)

N°3: mangi vetro? ( quando si piazza davanti a pc, libri, giornali)

 

Domande per tutti, domande sempre.

Perché? 😀

 

 

 

Annunci