Archivi per il mese di: giugno, 2013

eccoci quaaaaaaaaaaa!!!!! yeaaahhhh!!!!

Annunci

article-0-022959FE00000578-480_468x591

cuppingSono passati pochi giorni e sono di nuovo qui a scrivere di quello che ho fatto dalla signora cinese. Sono favorevolmente colpita e sorpresa da quanto siano efficaci fin da subito, almeno in parte, le loro tecniche di cura olistica.
Ieri ho provato, oltre all’agopuntura sulla solita pancia  che non può guarire il mio problema, ma attenuare l’infiammazione sì, il famoso cupping, o coppettazione.
Mi ha interessato dalla prima volta che ne ho sentito parlare sui giornali, complice Gwynneth Paltrow che è stata fotografata con degli strani segni sulla schiena, ed ecco che ora li ho pure io!

Non avete idea del miracolo che possono fare sulle contratture muscolari. L’unico inconveniente sono i segni che lasciano, ma pare vadano via in pochi giorni. Io, da anni, ho la parte alta della schiena fortemente contratta, causa cattivo riposo, stress, malattie varie. Ieri, per la prima volta da anni, sono tornata a casa senza che le mie scapole scricchiolassero. Mi sono riposata tutto il giorno, perché essendo una pratica purificante toglie un po’ di energie e la notte ho dormito. Ebbene sì, ho dormito svegliandomi solo 3 volte, che per me è un record dei record. Mi sono svegliata e sono riuscita a alzarmi abbastanza in fretta e sono contenta.

Perché ho aspettato tanto? Perché? Anni di stress accumulato, ci vorranno un po’ di sedute per smaltirlo! Mannaggia!

Ho trovato un buon modo per integrare le cure ai miei malanni senza prendere una medicina in più. Se vi capita di averne bisogno, provatelo, vi rigenererà. 😀


Martedì mi sono regalata un’ora e mezza tutta per me.
Arrivi a un punto in cui non ce la fai più e il tuo corpo te lo comunica in tutte le maniere. Il mio, in quanto mio, usa metodi diretti e alquanti fastidiosi.
Il mio intestino vive una vita propria, per esempio. Parla, manifesta il suo disappunto, dice sempre la sua e mi rende l’esistenza un inferno. Stufa delle sue continue rimostranze, sono passata all’azione. Certo, oltre all’intestino riottoso, bisogna aggiungere dolori reumatici senza un motivo, né una ragione, pesantezza, stanchezza cronica, l’endometriosi e chi più ne ha, più ne metta.
Per farvi capire: al mattino, quando mi sveglio, mi sento come mia nonna che ha 88 anni, anzi, temo che lei stia meglio di me! Rigidità, dolori, stanchezza: non vi sopporto più.

mappa1

saggezza millennaria

agopuntura

🙂

Ho deciso di farmi un regalo, risparmiando ancora di più sui soldi che non ho, e mi sono concessa una seduta di agopuntura e massaggio da una simpatica signora cinese. Devo ringraziare la mia amica Paola che me l’ha consigliata, perché ho trovato una persona competente che non si è abbattuta di fronte al caso umano che rappresento, bensì si è data da fare, sudando e sbuffando nel tentativo di mettermi un po’ a posto. Un’ora e mezza di duro lavoro per lei, di sofferenza iniziale per me, che sono messa malissimo.
Mi sono sentita in Cina, con la loro musica di sottofondo, le due sorelle che parlavano tra loro nella loro lingua, lei che con gentilezza mi diceva: “Non lisolvele tutto oggi, ci va tempo, tu messa male, tu non nolmale.”
Quando ho raccontato il tutto a Riki, ha riso da solo dicendo: “pure i cinesi ti dicono che non sei a posto!!!”

E’ stato massacrante, però il massaggio ha iniziato a sbloccare il disastro che ho nella schiena, e l’agopuntura ha dato una sferzata al mio intestino testardo. Mi ha pure messo le coppette che scaldano, credo si chiami cupping, e mi sono trovata molto bene.
Gli aghetti riscaldati da non so quale tipo di raggi hanno dato uno scossone al mio intestino, che da ieri ha smesso di borbottare, almeno parzialmente. Un vero traguardo!!
Sabato andrò alla secondo seduta e già non vedo l’ora, potere della medicina olistica orientale.
Quando faccio qualcosa per me, il corpo ringrazia. Sbagliamo a trascurarlo, perché lui è il nostro motore, va tenuto ben revisionato.
Ora me ne vo dalla tremenda nonna più sana di me, buona giornata a tutti 🙂


1013952_474498755952398_440978744_n

foto di Riccardino 🙂

Ho programmato un sacco di post e non ne ancora scritto uno. Perché? Perché l’unica controindicazione che ha questo caldo afoso, almeno per me che non lo patisco, è che mi inibisce la scrittura.

Mi alzo, cerco i ritagli di tempo per farlo e poi faccio altro, o semplicemente collasso, causa salute sempre al top.  😀

Bhé, da oggi ho fissato un calendario prussiano per obbligarmi a scrivere, anche perché l’estate ufficialmente inizia il 21 e ho tre mesi davanti che rischiano di compromettere i miei esercizi di scrittura. Non si può solo lavorare, ammattire per un lavoro che non si trova, per i soldi che evaporano al sole come l’acqua, per i malanni che non passano e per le paturnie che non mi abbandonano mai.

Ho bisogno di scrivere, per rilassarmi e rendere le mie giornate più lievi.

 

 

Bene, che post vi aspettano? Uno sulle vacanze( che per me sono utopia), uno sul vino, uno sull’agopuntura e mille altri. 🙂

Devo proprio recuperare il tempo perso.

 

Ho anche iniziato a andare in piscina tutte le sere, perché Riccardino Fuffolo mi ha regalato l’abbonamento e nuotiamo tutte le sere: la mia schiena ringrazia e l’abbronzatura pure, perché dopo le sei il sole batte ancora e ci si abbronza con calma senza scottarsi.

Che bella sensazione quella del bagno sul far della sera: ti rilassi prima di cena, ti rinfreschi e la serata è subito più piacevole.

 

La cosa curiosa è stata la ricerca di un costume che mi andasse bene, perché ho solo due pezzi e mi serve per fare aquagym.

Ho capito di essere ormai una signora quando ho acquistato alla Lidl il mio primo costume intero. Qualcuno da ragazzina l’ho anche indossato, ma erano di mia mamma, e di solito ho sempre messo due pezzi di ogni genere.

Il costume sagomato rinforzato davanti ha segnato la fine di un’epoca.

Siccome non sapevo se ce l’avrei fatta a indossarlo, l’ho preso in offerta alla Lidl a 9,9 euro: nel caso mi fossi pentita dell’acquisto, non avrei pianto i soldi spesi.

Un giorno intero a guardarlo, un’ora per provarlo: non mi sta male e soprattutto, contiene tutto l’ambaradan lì davanti che con l’aquagym non va per nulla d’accordo. Non si muove nulla, nemmeno se ti metti a testa in giù!!!!!!

Lunedì vi saprò dire se mi ci trovo bene, perché inizia il corso e, nel frattempo, continuerò a nuotare in bikini, nonostante le giunoniche forme. 😀

 

Buona estate low cost a tutti!

 

 

 


La-Speranza-I-Gustav-Klimt
Oggi voglio parlare di una parola che dovremmo tutti tener ben presente, ogni giorno, soprattutto di questi tempi.
Ci sono parole che spesso vengono dimenticate o poco considerate.
Alla luce di quel che leggo sui quotidiani, o nel web, penso che la dignità sia merce rara che spesso ci dimentichiamo di possedere.
A volte addirittura ce ne privano, dando per scontato che non serva per sopravvivere in questi giorni difficili.
La dignità è un diritto di tutti e mi piange il cuore leggere di persone che l’hanno persa. Sia che l’abbiano smarrita per superficialità, sia che gliela abbiano tolta prevaricando i loro diritti.
Nel primo caso mi viene da chiedermi come si sia arrivati a svendersi così, tradendo valori che ognuno di noi dovrebbe aver presente a ogni respiro; nel secondo caso mi domando chi è tanto prepotente o cieco da arrogarsi un tale diritto. La dignità è di tutti. E’ nostra e esserne privati ci toglie valore, forza morale, energia, sorrisi, speranza.
Senza la dignità come può resistere la speranza?
La dignità viene lesa ogni volta che si perde fiducia nei valori che ci hanno insegnato, ogni volta che, per scegliere la via più facile, la mettiamo da parte e ci lasciamo condurre verso la superficialità e il menefreghismo.
La dignità viene ferita a morte ogni volta che qualcuno ci toglie la possibilità di una vita decente, decorosa, umiliandoci e togliendoci ciò che ci permette di vivere una vita degna.
Vedo così poca dignità nelle istituzioni e nella nostra classe politica, che mi risulta fastidioso leggere i quotidiani o guardare il telegiornale. Si recita un teatrino che ci toglie dignità solo ad assistervi. I primi ad averla persa sono proprio loro, gli attori che recitano sul palco della politica. Non sento empatia, comprensione, concretezza, compassione. Manca tutto e ogni giorno si uccide un po’ di quella dignità che è mattone per le fondamenta della nostra esistenza.
Bisogna lottare per preservarla, la nostra e quella degli altri, senza abbassare la testa, pretendendo che venga rispettata sempre.
Oggi vorrei che qualcosa cambiasse, che ognuno di noi si sforzasse nel difendere un diritto che è di tutti, non solo nostro.
Vorrei un orizzonte sereno, vorrei un futuro per un paese che sembra caduto nell’oblio e rischia di trascinarci tutti con sé.
Resistere e sperare, ci rimane solo questo?

Vita senza nickel

Il nickel non è un problema per noi!

EcoAlimentarsi

Alimentazione Consapevole

Marialucia Lorefice

In Parlamento, portavoce degli Italiani

Atollo Milano

Il mio (quasi) blog dove parlo di libri, di film e di altre cose che mi piacciono o mi fanno arrabbiare

MARZIA'S LIFE.

My online diary of moments and memories.

FILOSOFIA PSICOLOGIA PSICHIATRIA

dialogare e pensare per dare corpo alla psiche

Annichelita ma figa

Storie semi serie davvero accadute

de matha

La democrazia dà la sensazione di poter scegliere, (ma) oggi non avere talento non basta più. (Eugene Luther 'Gore' Vidal)

Dr. Gianluca Lo Presti

Psicologo Esperto in Dislessia e DSA

Erba volant

Le piante sono bestie complicate

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

seinviaggio

I passi di sei persone con gli occhi aperti sul mondo

purtroppo

Quello che leggi qui è tutto autobiografico. Soprattutto le cose inventate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: