Ecco cosa capita quando ci si sveglia in una delle mie tipiche giornate no.

Sabato sera vado a letto felice, ma a metà notte, sveglia come mio solito, inizio a sentire quel qualcosa che non quadra. Mi riaddormento e mi risveglio qualche volta e poi mi alzo,o meglio, cerco di alzarmi. Tragedia! Sono di nuovo bloccata, indolenzita, . Mi alzo dopo Riki, con fatica, e mi guardo allo specchio: brutta cera, domenica iniziata malissimo, sembro mia nonna.

Si pensava a un giro in moto e io, in quello stato, non ce la posso fare. Torno a casa mia, mi prendo un antinfiammatorio, mi rimetto a letto imbacuccata come a Natale e cerco il recupero in un paio di ore.

486797_460193127382961_28380228_n

sono un genio! 😛

Ce la faccio, mangiucchio qualcosa e mi preparo: moto sia.

Partiamo e dopo 20 minuti il mio osso sacro inizia a manifestare il suo disappunto, lo ignoro, resisto, è domenica, cazzarola!!!941550_460194400716167_1542071267_n

Scendere dalla moto diventa un’impresa, ma tengo botta. Arriviamo a Orta e ci dirigiamo al santuario, per passeggiare un po’. L’umore della truppa è saldo, forte, va tutto bene.

Io sono un po’ rintronata, ma pare che il mio capitano in seconda non se ne sia accorto ( o finga indifferenza).

Decidiamo di tornare, dopo un paio di ore trascorse in allegria in un’oasi verde riappacificante e tranquilla. Torniamo alla moto e via: giubbotto, sciarpina, zainetto, casco.

N.B. Quando vado in moto, faccio le trecce per non aggrovigliare i capelli, perché togliere il casco come facevano le Charlie’s Angels veniva bene solo a loro, se lo faccio io sembro Mafalda.

Bene, infilo il casco, prendo il cinghietto per chiuderlo. Tiro, ma non viene. Tiro ancora, ma il maledetto resiste. E poi sento una vocina dentro di me: sarà questo luogo mistico che vuol dirmi qualcosa? No, dai, impossibile. E che dice la vocina?

“ Simo, rincoglionita, stai tirandoti una treccia, per quello non si chiude bene.”

922875_460193550716252_865183732_n

notare la “rotonda” sotto la rotonda!! 😛

La treccia!!!!

Ho cominciato a ridere dentro al casco che non respiravo più. E il povero Riki che diceva: “ tu sei matta, ma sei fuori come un cavallo, che medicine prendi????”

Ho riso da sola, in sella, per almeno 20 minuti, poi ho rischiato l’anossia e ho smesso.

E’ grave?

😀

Annunci