Il goulash è una ricetta che ho imparato a fare una quindicina di anni fa, di ritorno da una mini vacanza a Vienna. Ne avevo mangiato uno così buono in una Stube viennese, che avevo chiesto la ricetta al cuoco per rifarla giunta a casa.

Che bella Vienna a febbraio.

Quanti ricordi si affollano: potrei parlarne per ore, ma in questo post non si può, perché partecipo a un contest di cucina di Squisito e devo lasciar spazio anche alla ricetta 🙂

http://squisitocooking.blogspot.it/2013/02/il-mio-nuovo-contest-viaggio-nel.html

Visto che il freddo non ci abbandona, vi propongo una ricetta che scalda pancia e cuore. Come scaldò me, errabonda per la romantica Vienna, con il gelo e il vento, un po’ di pioggia e un po’ di neve, un po’ di sole e di luce.

Hundertwasser_03

architettura da sogno!

Il goulash fu il premio dopo una mattinata trascorsa alla Hundertwasserhaus, persa tra colori e forme bizzarre, una delle esperienze più divertenti della mia vita.

Se vi capita, fatevi un giro e ammirate le opere di questo visionario, che si autodefiniva “il medico dell’architettura”.

Ecco, se avete freddo, avete tempo e una bella domenica da trascorrere in casa davanti alla stufa o al caminetto in compagnia di un buon libro, regalatevi un goulash e godetevi il vostro meritato tempo libero. Parlo di un buon libro, ma va bene anche un bel film, di quelli lunghi, che si adattino alla lenta cottura del vostro piatto. 😀

GOULASH VIENNESE RIVISITATO

Ingredienti:

polpa di vitello( spalla, cappello del prete eccecc) 500 gr.

2 grosse cipolle dorate o bianche

1-2 carote

1 spicchio di aglio

paprika 30-50 gr( dipende da vostri gusti)

cumino, un pizzico

sale e pepe

brodo vegetale q.b

1 bicchiere di birra ( io uso quella che ci berrò in abbinamento, in questo caso è toccato alla Triple XXX del birrificio Croce di Malto)

2 peperoni verdi

un pomodoro maturo ( o della polpa di pomodoro se non ne avete)

olio q.b

pancetta a cubetti: un pugnetto( in Austria mi dissero: strutto” Schweineschmalz”, ma anche con la pancetta viene bene)

patate: 4 o 5 medie

003 (13)

goduria 😀

mezza foglia di alloro

una bacca di ginepro

Preparazione:

Tagliare grossolanamente le cipolle e metterle in una bella pentola capace, con il fondo spesso, a appassire con olio, pancetta e lo spicchio di aglio. Aggiunge la mezza foglia di alloro, la carota a pezzetti, il cumino e la carne di vitello a cubetti precedentemente ammollata nel bicchiere di birra con il ginepro schiacciato( per un paio di ore).

Rosolate bene, sfumate ancora con un po’ di birra e infine con un bel mestolo di brodo. Poi coprite e lasciate cuocere, aggiungendo altro brodo di tanto in tanto. Dopo mezz’ora aggiungere la paprika, il pomodoro tritato fine e continuare la cottura per un’oretta. Aggiungere infine  i peperoni a pezzi, regolare di sale e pepe e portare a cottura per almeno altri 45 minuti( ma dipende dalla carne, magari necessita anche un’ulteriore ora e mezza).

Per le patate ci sono due modi di servirle: si tagliano a cubetti e si mettono direttamente nel goulash durante l’ultima ora di cottura o si fanno bollire( vanno bene anche al vapore) e si servono a parte.

Io faccio un goulash un po’ brodoso e servo le patate a parte.

Una pietanza ghiotta e golosa, adatta al tempo piovoso di questo marzo pazzerello. 😀

Buon appetito!

Annunci