Oggi mi sento come se dovessi partire per un lungo viaggio.

006

nuvole all’orizzonte …

Mi sono svegliata questa mattina, con la solita domanda : ”Dove vai Simo?”

Qualche anno fa avrei risposto: “ Vado via.”

Mi sarei preparata per un fine settimana o una vacanza alla scoperta di una città che non conosco, o avrei preso un aereo, o un treno. Avrei fatto una camminata in montagna, sarei andata a correre, avrei preso la bici per sfinirmi nelle maledette stradine dietro Camandona, Veglio, Mosso, Trivero.

Sarei tornata rigenerata, riposata e stanca allo stesso tempo, pronta a ripartire per inventarmi un cammino diverso, avrei avuto ispirazioni, idee e progetti.

Oggi invece, complici i miei malanni fisici ed economici, non posso andar da nessuna parte, pur sapendo che da qualche parte bisogna incamminarsi.

Mi sento sinceramente bloccata in una situazione di stallo, in cui l’immobilismo è la cosa più sconsigliata, ma allo stesso tempo è la tua condanna.

“Dove vado?” Ecco la mia domanda, ecco una domanda che ha bisogno di risposte, di un cenno, di un’idea, di una parola che dia il via alle danze, per ricominciare un percorso interrotto e vedere dove si va a finire.

001

…orizzonte libero…

Annunci